Modena
+393484717057
claudiatomaiuolo86@gmail.com

IL RUOLO DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA

Dott.ssa Claudia Tomaiuolo

Il ruolo della composizione corporea è fondamentale per capire se il nostro peso sia corretto o se è necessario apportare modifiche alla nostra alimentazione o al nostro allenamento.

Fondamentalmente la composizione corporea ci dà informazioni importanti in merito alla qualità della massa corporea.

Invece, a differenze di quanto si possa pensare, il semplice peso corporeo non ci permette di capire come e perchè si siano verificate delle variazioni. 

Ad esempio in caso di aumento del peso corporeo rilevata con l’uso della sola bilancia, la natura di questa variazione (cioè se si tratta di massa magra o massa grassa) non è determinabile.

Purtroppo, proprio a partire da scorrette diagnosi della composizione corporea che si cambiano i propri modi di mangiare senza però riuscire a raggiungere i corretti risultati.

Questo perché molti di voi basate i vostri obiettivi di peso in riferimento al “sentito dire” su quanto si dovrebbe pesare.

Ammettetelo, quanti di voi difronte ad un involontario aumento di peso corporeo di un Kg fanno di tutto?  Digiuno e allenamento (corsa, zumba e chi più ne ha più ne metta). Tutta questa fatica per  poterlo perdere perchè siete sicuri che l’aumento di peso sia dovuto a un incremento indesiderato di adipe.

Quello che non considerate, invece, è che magari se davvero siete riusciti a perdere peso, in realtà non avete diminuito la massa grassa ma (altamente probabile) avete perso qualcosa nei substrati, quali ad esempio: acqua, proteine strutturali, massa magra in generale!

La conoscenza e la corretta analisi della composizione corporea deve quindi essere la premessa conditio sine qua non verso qualsiasi tipologia d’intervento biomeccanico, nutrizionale-supplementare da apportare al proprio stile di vita.

Una diminuzione di peso non controllata e in particolare la perdita dei valori assoluti (kg) di proteine strutturali, massa muscolare scheletrica e della massa magra delle estremità appendicolari (arti superiori ed inferiori) hanno ripercussioni sulle diverse aree del corpo:

  • nervosa (ansia, apatia, irrequietezza, etc.),
  • cardiovascolare (aritmie, tachicardia, etc),
  • intestinale (diarrea, nausea e/o gonfiore dopo i pasti, alvo alterno, colon irritabile),
  • muscolare (crampi, debolezza muscolare, etc.).

 

La perdita di valori assoluti di acqua totale (litri) determina una minor capacità di termoregolare, di digerire i cibi (l’acqua è il mezzo nel quale avvengono le reazioni chimico-enzimatiche, come la digestione per esempio).

La perdita di magnesio determina intolleranze etc. dato che il magnesio è cofattore in oltre 300 reazioni enzimatiche.

La perdita di glicogeno rappresenta meno energia a disposizione (anche per il sistema immunitario) e non sorprende che individui con bassi livelli assoluti di massa muscolare siano anche facilmente affaticabili .

Grazie ad attrezzature diagnostiche in grado:

  • di misurare le macro componenti del peso corporeo (massa magra e grassa)
  • di discriminare qualitativamente e quantitativamente le sotto componenti della massa magra e il livello di conduzione dei tessuti,

è possibile distinguere soggetti con stress ed infiammazione cronica da soggetti in piena salute magri o sovrappeso.

Continua perchè è difficile perdere peso se si è stressati.

Mentre qui capirai se ti servono veramente degli integratori alimentari

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento